Dantina Massara Pittrice

Quali Tecniche utilizzo

Nel corso del tempo ho sviluppato diverse tecniche di Pittura. 

Olio su Vetro, un metodo alquanto complesso in quanto si lavora con il braccio che deve girare dietro al Vetro

Olio su Tavola: tecnica classica che permette di vedere il pennello scorrere sul Legno 

 

Tecnica sotto Vetro, Come in uno Specchio

pittura su vetro natura pappagallo

Tecnica a Vetro

Antica tecnica particolarmente difficile perchè non permette errori o ripensamenti, richiede mano sicura e molta concentrazione. Si procede al contrario rispetto alle altre tecniche pittoriche. Prima si dipinge il primo piano; in un ritratto le ciglia ed i peli della barba, poi ombreggiature, incarnato e sfondi. si dipinge sul retro, in posizioni spesso scomode e faticose se il vetro è grande. Ma i colori appaiono particolarmente brillanti e le sfumature morbide.

Dipingere da dietro il Vetro

La tecnica prevede estrema cura ed attenzione.

La mano dipinge dietro il vetro, il braccio avvolge la lastra e non deve sfiorare eventuali pitture già avvenute.

L'occhio e la mente devono lavorare su piani differenti: l'occhio osserva l'immediato, la mente già pensa alla struttura del dipinto.

Il pensiero già immagina i livelli della figura. Prima le pitture di primo livello, ciò che appare davanti. Successivamente i livelli che sono indietro.

Un abbozzo della figura, con un pennarello che non si mescoli con i colori ed il cui tratto man mano viene cancellato, ricorda l'idea ed il disegno del Quadro che dovrà essere.

colore e Tecnica si fondono

Durante il lavoro ogni preparazione ha il suo posto preciso.

Il cavalletto con il vetro deve essere alla giusta altezza e posizione. Guai a commettere un errore di sbavatura o lasciar affaticare braccio e articolazioni.

L'abbozzio sul foglio ha trovato il proprio spettro sul vetro, che attende ed osserva la Pittrice come uno spirito severo che giudica

I colori preparati sulla paletta sono speciali, predisposti alal precisa densità perchè sul vetro non si espandano e fra loro mantengano la consistenza desiderata ma sappiano poi lasciar trasmettere la luce.

Tutto attorno c'è il proprio ambiente, piccoli oggetti e piccoli trucchi che l'esperienza ha insegnato ad essere utili al momento giusto per salvare la situazione.
Anche l'atmosfera ha la sua importanza, ma questa è un'altra Storia.

Tecnica classica

Tecnica a Tavola in Legno e Mista

La tecnica ad Olio lavora con una tavola preparata e tecnica di pittura classica.

Pittura su tavola di legno preparata con vernice di fondo atta ad accogliere il colore ad olio.

Pittura su tavola o su tela con colori acrilici.

Pittura su legno preparata con gesso e colla e altro materiale per evidenziare pennellate in rilievo.

Pittura "a fresco" su tavelle in cotto preparate con arriccio per accogliere la sinopia per la realizzazione di affreschi

Pitture a smalto su lastre di ardesia

Domande e Risposte

Il Vetro è una tecnica difficile ma splendida come risultato. Ottiene magia dalla luce ed esalta come avesse vita propria.

Mia Madre fu la mia Maestra. Lei mi iniziò ai primi passi anche se Lei prediligeva altre tecniche. Ma amava il Vetro e fu Lei ad insegnarmi con pazienza, ma con rigore, la tecnica.

E’ meglio non sbagliare. Ma come in ogni lavoro e passione… sbagliare è naturale. Purtroppo il recupero è davvero complesso. Capita proprio di dover ricominciare tutto.

Fu una domanda spesso curiosa e non rara. Mi chiedevano o chiedono ancora quando è meglio dipingere. Io rispondo sempre.. “a sentimento e con la musica”.

Si, nel periodo iniziale e soprattutto nella seconda fase del mio percorso ebbi molte occasioni con Galleristi. Erano incuriositi dalla tecnica vetro e chiedevano esplicitamente questo tipo di mostra. Che lavoro per le luci… evitare riflessi e ombre. 

I Colori per la tecnica a Vetro sono speciali, non nascondo che sono complessi da predisporre e sono anche “pungenti” all’inizio. Tante volte capita che trovi la tonalità ma la densità e consistenza non sono ottimali per il vetro.. riprovi e cambia il colore.. e ricominci.. Ma è parte stessa.. devi trovare la magia del colore e renderlo adatto

Fui e sono Pittrice, ma mia Madre mi lasciò da gestire una Sartoria speciale, di Alta Moda. Mi diceva sempre che le due arti si coniugano insieme. Da una si apprende un segreto da donare all’altra. Fu così.. un insegnamento che oscillava e cresceva insieme.

Mio Marito mi ha appoggiata sempre. Ha seguito i miei passi, ha dato consigli, ha portato il suo grande amore per la musica dentro la mia Arte. Diciamo che parlavamo di tutto, dalla Musica alla Filosofia, a Pensieri di teologia e di visioni fuori da schemi. Impressioni che io poi traducevo in quadri e idee;  le sue espressioni mi divertivano e davano nuovo senso critico. Siamo stati sempre insieme in questo ed ho ritenuto tutto ciò estremamente importante.